Ippocrate

Ippocrate
Contraria contraribus curentur
. Similia similibus curentur

Paracelso

Paracelso
Nel suo manifestarsi la Natura opera non meno prodigiosamente dell'alchimista

Hans Heinrich Reckeweg

Hans Heinrich Reckeweg
...Un giorno costruirò un ponte tra l'Omeopatia e l'Allopatia

Traduci la pagina

pubblicity

Dolori del tratto cervicale : proposta di terapia Omotossicologia ed Agopunti



Quadro clinico rappresentato dei problemi della regione cervicale sono caratterizzati da:
- dolore spontaneo e nei movimenti attivi e passivi del collo che inducono una limitazione funzionale agli stessi; ipertono della muscolatura cervico-nucale, soprascapolare e paravertebrale;instabilità posturale, vertigini; presenza di zone infrascapolari che al tatto hanno una consistenza diversa dalle zone circostanti, spesso sono fredde a causa di una ischemia locale determinata da un'alterazione della circolazione distrettuale(gelosi infrascapolari);punti dolenti se toccati ( trigger point);spesso queste problematiche cervicali possono essere indotte da campi di disturbo quali cicatrici distrettuali, denti devitalizzati, granulomi apicali.


Farmaci indicati: per la gestione delle problematiche correlate alla cervicale sono:



- Arnica compositum, per l’efficacia antinfiammatoria sull’apparato locomotore, l'azione dell'Arnica comp permette di tenere sotto controllo l'infiammazione attraverso lo stimolo del Tgf beta e dell'Il 10 che determinano la modulazione delle citochine proinfiammatorie modulando anche il dolore locoregionale. - Cuprum Heel, per il suo effetto antispastico verso la muscolatura striata e miorilassante sui muscoli gravitari che determina un generale rilassamento della regione muscolare
- Ledum compositum, utile, grazie all'azione combinata di acido alfa lipoico e vitamine del gruppo B  per l’effetto contro i sintomi nevralgicoreumatici della regione vertebrale, inoltre Ledum compositum stmola la circolazione distrettuale migliorando il microcircolo sulle aree ischemiche.
- Colocynthis Homaccord, utile per trattare le nevralgie e le osteocondrosi della colonna vertebrale 
- ZEEL T, utile nelle artrosi e poliartrosi diffuse, farmaco di azione antiischemica, stimola il trofismo delle strutture cartilaginee diminuendo la patologia algica
-Solanum Compositum, utile per migliorare le funzioni del microcircolo nei casi di problematiche cervicali croniche

- Discus intervertebralis suis injeel, utile soprattutto se presente discopatia ma la sua efficacia si manifesta anche per l’osteocondrosi, malattia reumatica e nevralgie della colonna vertebrale
- Procainum compositum, per l’ottimo effetto di stimolo del SNV ; in infiltrazioni superficiali il Procainum comp riesce ad avere un ottima azione antalgica .
È estremamente opportuno, in tutte le patologie dolorose attuare una strategia in tre step; dolore , contrattura,infiammazione; per questo l'uso in mesoterapia di Procainum compositum,Cuprum Heel,Arnica compositum è estremamente utile per tutte le patologie dolorose.
- Rhus Tox Homaccord, perché efficace per i dolori artritici e intervertebrali carratterizzati soprattuto da problematiche nevralgico reumatiche che peggiorano col freddo e migliorano col movimento.
- Cocculus Heel, rapido effetto per i disturbi dell’equilibrio, opportuno e necessario nelle cervicali con vertigini.
Nel caso abbiate individuato uno o più farmaci opportuni per la problematica cervicale che intenete trattare , oltre ai punti del dolore spontaneo o evocato potete trattare  i seguenti punti di infiltrazione per il trattamento del segmento cervicale


- Punti di agopuntura: 20-16 vasogovernatore,

20 e 16 vaso governatore
20 vescica biliare,
20 vescica biliare



















10 – 60 vescica,
10 vescica




60 vescica




14 grosso intestino,
Meridiano Grosso intestino


9 – 10 piccolo intestino,
Meridiano Piccolo Intestino 



Per Vertigini

Rene



vescica














- Punti riflessi: processi spinosi, muscoli trapezio e paravertebrali, apice del processo mastoideo.
http://www.benesserevillage.it/browse/for/Salute/Malattie/rachide-cervicale-MTcxMA453
 - Trigger point:sono punti dolenti alla palpazione profonda dei tessuti molli cervico-dorsali, spesso presenti tra la muscolatura soprascapolare e interscapolare.
- Campi di disturbo: maggiormente rappresentati da sofferenze dentarie e cicatrici su tutto il territorio cervico-brachiale, spesso la rilevazione dei Campi di disturbo può essere effettuata con la tecnica Kinesiologica.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità il giardino dei libri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...