Ippocrate

Ippocrate
Contraria contraribus curentur
. Similia similibus curentur

Paracelso

Paracelso
Nel suo manifestarsi la Natura opera non meno prodigiosamente dell'alchimista

Hans Heinrich Reckeweg

Hans Heinrich Reckeweg
...Un giorno costruirò un ponte tra l'Omeopatia e l'Allopatia

Traduci la pagina

pubblicity

Sindrome dell'occhio secco

lacrimaleLa sindrome dell'occhio secco è un problema molto frequente nella popolazione mondiale , è imputabile ad un'alterazione nella quantità e nella qualità del film lacrimale.
Il film lacrimale è una secrezione delle ghiandole lacrimali che ha una composizione quali-quantitativa molto complessa, è costituito da una fase mucosa, una fase acquosa ed una fase lipidica . Le sue funzioni sono varie e tutte molto importanti
METABOLICA: contribuisce a nutrire la cornea fornendo ossigeno e glucosio
OTTICA: Elimina le irregolarità superficiali, mantenendo la superficie corneale liscia e otticamente regolare e protegge il cristallino da un'eccessiva illuminazione che tende ad ossidarlo fornendo le premesse per lo sviluppo della cataratta e per la sua progressione
 MECCANICA: Lubrificazione delle superfici congiuntivali palpebrale e bulbare. Lavaggio, con l’ammiccamento, di corpi estranei e cellule morte.
DIFENSIVA: Difende l'occhio dalle aggressioni batteriche esterne .
Procedendo dall'estero verso l'interno del film lacrimale, come abbiamo detto prima abbiamo tre strati:
Le funzioni dello strato lipidico sono:
„Ritardare l’evaporazione della componente acquosa. La mancanza dello strato lipidico aumenta l’evaporazione di 4 volte (Craig e Tomplison, 1997) „Previene la contaminazione con i grassi della pelle „Previene la fuoriuscita sulle palpebre delle lacrime. se la composizione dello strato lipidico si altera lo strato acquoso, molto sottile, evapora molto velocemente.
Le funzioni dello strato acquoso sono:
„Responsabile dell’osmolarità (tonicità) delle lacrime (elettroliti). „Difesa immunitaria, umettante-lubrificante, tampone (proteine) „Trasporto cellule esfoliate, corpi estranei „Veicolo di sostanze trofiche per l’epitelio e per il film stesso. „Regolazione osmotica e funzione tampone.
Le funzioni dello strato mucoso
„Lubrificazione e umettamento (abbassamento tensione superficiale) della superficie corneale „Protezione (antibatterica e meccanica) della superficie corneale
La sindrome dell'occhio secco , come detto è un'alterata produzione del film lacrimale o perché la quantità risulta essere troppo bassa o perché l'evaporazione è troppo rapida. Malattie come il Sjogren, la  Sindrome di Steven Johnson, l'artrite reumatoide ,la sindrome di Mikulicz determinano un'alterazione della produzione delle lacrime cosi come l'eccesso di ammiccamento causato dallo schermo dei computer o dei televisori , l'aumento dell'evaporazione a causa di condizionatori d'aria, senescenza... Le cause della sindrome dell'occhio secco sono molteplici per cui il problema è veramente rilevante.
La sintomatologia va dal bruciore e irritazione fino alle ulcere corneali nei casi più gravi; è importante considerare che per le azioni che il film lacrimale attua vi sono tutta una serie di problemi oltre a questi, diminuzione del nutrimento della cornea, aumento dell'opacità del cristallino, aumento dell'alterazioni della retina determinate da un rischio maggiore di contrarre patologie batteriche o da un incremento dell'ossidazione cellulare , con l'alterazione della composizione qualitativa del film lacrimale aumenta il rischio di problemi di stress ossidativo o della formazione di immunocomplessi che alterano l'equilibrio delle strutture dell'occhio fino a incrementarne le problematiche infiammatorie. 
L'occhio fa parte di un sistema molto complesso determinato MALT (Mucose associated Lymphatic Tissue) ed in particolare la sua struttura viene definita EALT ( Eye Associated Lymphatic Tissue).
Il sistema del Malt è correlato al sistema delle mucose in cui possiamo intervenire grazie al ripristino dell'eubiosi intestinali , difatti una delle strutture fondamentali del Malt è per l'appunto il GALT cioé il sistema delle mucose associato all'intestino; ripristinando l'integrità dell'intestino attraverso una corretta strategia di pulizia e di riequilibrio possiamo anche agire sulla funzione dell'EALT riequilibrando la composizione qualitativa del film lacrimale ed in ultima nalisi agendo sulla sindrome dell'occhio secco dall'interno. Per intervenire sul ripristino dell'Eubiosi andrebbe fatta una terapia in tre step:
Rimuovere le tossine
Riparare la funzione delle cellule della mucosa intestinale
Ripopolare l'ecosistema dell'intestino.
Per fare questo una strategia terapeutica molto interessante prevede  per Rimuovere le tossine l'utilizzo di EnterosGel, un gel di silicio inerte che riesce a rimuovere dalla mucosa tutte le sostanze tossiche tra cui istamina tiamina, tossine chimiche e metaboliche , batteri parassiti che non sono adesi alla mucosa intestinale, è un prodotto molto maneggevole che può essere utilizzato per tempi anche lunghi con un unica controindicazione , la stipsi atonica. Per lo stesso scopo potrebbe essere utilizzata la Zeolite  .
Per Riparare la mucosa intestinale trova applicazione il Colostro, i prodotti commerciali sono ad esempio l'Ard colostrum della Bracco oppure il Colostro Noni in cui l'associazione con la morinda citrifolia (Noni) rende più efficace l'azione riparativa
Per Ripopolare è opportuno utilizzare dei fermenti lattici di ottima qualità come Symbiolact plus o Vl3 o Proflora o i fermenti lattici della Solgar o Enterovital . Basta che abbiano un numero sufficente di unità formanti colonie , almeno due miliardi e siano brevettati, questo si vede perché per ogni ceppo presente c'è una sigla che ne attesta il brevetto.
Per maggiori informazioni potete leggere questo articolo
http://omotossicologia.altervista.org/malattie-intolleranza-alimentare-cosa-e-sensibilita-alimentare-cosa-eleaky-gut-syndromecosa-e-cura-diagnosi/ 

7 commenti:

  1. Buongiorno, mio padre, di 78 anni, soffre di maculopatia senile e si sta sottoponendo a iniezioni oculari di Lucens. Purtroppo continuano a formarsi atrofie in nuovi punti. Esiste qualche prodotto low dose che possa aiutare a prevenire il formarsi di queste atrofie? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe opportuno una visita da un oculista che conosca anche la terapia con i fattori i crescita con ngf o bdnf. se mi indica la città dalla quale chiama potrei fornirle il contatto di un oculista che faccia terapia integrata

      Elimina
  2. Davvero interessante questo articolo,sono affetto da blefarite cronica con sindrome dell'occhio secco da piu' di 3 anni,ho utilizzato i 3 prodotti qui consigliati (ora sto usando il symbiolact plus come fermenti) e devo dire che sto gia' meglio con gli occhi,li sento piu' umidi,volevo solo chiedere 2 cose:
    -le informazioni riguardo la correlazione sistema lacrimale occhi e intestino sono attinte da informazioni scentifiche? Perche' quasi nessuno ne parla e questa patologia viene quasi solo esclusivamente trattata con lacrime artificiali?
    -una volta terminato il ciclo di fermenti lattici (a 30 giorni) per evitare recidive posso ricomnciare daccapo con i tre step oppure e' meglio continuare ad assumere i fermenti lattici?
    Grazie mille
    Filippo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1755-3768.2011.2431.x/abstract Si le informazioni sono prese da studi scientifici che correlano il tessuto linfatico intestinale GALT a quello oculare EALT.
      Assuma i fermenti lattici per almeno tre mesi ogni due mesi cinque giorni di enterosgel e ogni mese 15 giorni di colostro noni , per tutto il tempo che vuole , è una strategia efficace

      Elimina
  3. buon giorno,
    lunedi pomeriggio mi sono stati applicati due impianti dentari. Purtroppo so parecchio male rispetto ad un anno fa che avevo fatto lo stesso intervento e non ho avuto conseguenze particolari.
    Ora oltre al gonfiore e al dolore ho la pressione molto alta (ho toccato adirittura 100/200 e faccio fatica a tenerla normale con i farmaci alleopatici che prendo da parecchi anni (Enapren e diuretici in caso di bisogno)
    Grazie e attendo una sua risposta in merito.
    Patrizia

    RispondiElimina
  4. Grazie per l'articolo scritto su questa invalidante patologia.
    -Occorre bere molta acqua per migliorare l'efficacia dei prodotti suggeriti quali enterosgel o i fermenti lattici? (Purtroppo di acqua solitamente ne bevo poca).
    -La strategia suggerita puo' agire sulle varie cause di occhio secco quali anche blefarite o meibomite? (per questo faccio continuamente impacchi caldi ma mi danno poco beneficio).
    -intestino e ghiandole lacrimali sono tra loro correlate?
    Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente l'acqua è indispensabile, sarebbe opportuno assumere acqua a basso residuo fisso come Eva o Levissima. Il protocollo proposto serve a stimolare le difese e le capacità di ripresa della mucosa oculare in tutte le situazioni cliniche e di certo potrebbe essere adiuvante in qualunque problema oculare

      Elimina

Pubblicità il giardino dei libri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...