Ippocrate

Ippocrate
Contraria contraribus curentur
. Similia similibus curentur

Paracelso

Paracelso
Nel suo manifestarsi la Natura opera non meno prodigiosamente dell'alchimista

Hans Heinrich Reckeweg

Hans Heinrich Reckeweg
...Un giorno costruirò un ponte tra l'Omeopatia e l'Allopatia

Traduci la pagina

mercurius heel e phytolacca heel mal di gola



Essa è , in parte l'una ed in parte l'altra.
Sfrutta la diagnosi clinica pertinente alla "medicina ufficiale" , integrandola con un'analisi della reattività attraverso uno strumento analitico che si chiama "Tavola delle fasi".
Ad esempio, un paziente giunge all'attenzione del medico dicendo che ha mal di gola. Un medico preparato fa una diagnosi clinica basandosi sull'esame obbiettivo, se è bravo prescrive un tampone tonsillare, un antibiogramma, pur sapendo che molte tonsilliti sono di origine virale. Alla fine prescrive un antiinfiammatorio e 8 volte su 10 un antibiotico. Il medico bravo , dopo aver fatto il tampone tonsillare prescrive l'antiinfiammatorio e, se scopre quale è l'agente batterico infettivo, l'antibiotico a cui questo è più sensibile, se non è un infezione batterica , evita l'antibiotico, perché sa che non è utile in questo caso. diremo poi i problemi dell'associazione antiinfiammatorio +antibiotico.
Medico omotossicologo, di solito fa le stesse analisi del medico bravo( se è bravo anche lui) poi chiede. E' stato un colpo d'aria, se no quando ne soffre, sempre quando c'è umidità o se ci sono delle condizioni particolari? Ogni anno ha tante recidive? Nel primo caso dice che la tonsillite è un fatto acuto, nel secondo caso un fatto funzionale, nel terzo un problema di iporeattività. La strategia terapeutica sarà in tutti i casi un farmaco che modula il processo infiammatorio ( Mercurius heel o Phytolacca heel(Angin-heel)), nel secondo caso aggiungerà farmaci della modalità ad esempio Dulcamara homaccord, nel terzo, contestualmente , stimolerà il sistema immunitario ad es. Vis heel (Tonsilla compositum)quando il processo infiammatorio acuto è stato modulato.
Guarendo il paziente e non solo l'epifenomeno.
P.s. per quanto riguarda l'uso di Antiinfiammatorio insieme all'antibiotico, quando non serve, è deleterio ,perché da un lato uccido cellule procariotiche, i batteri, dall'altro non permetto all'organismo di eliminarle bloccando il suo più importante meccanismo di difesa, l'infiammazione. Avrò individui che, a lungo andare, avranno un sistema immunitario scompensato e potrei avere lo scatenarsi si patologie da immunocomplessi: associazione di proteine self e non self determinate da un blocco intempestivo della infiammazione. Che abbiamo analizzato in un articolo che trovate qui linkato
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

pubblicity

Pubblicità il giardino dei libri