Ippocrate

Ippocrate
Contraria contraribus curentur
. Similia similibus curentur

Paracelso

Paracelso
Nel suo manifestarsi la Natura opera non meno prodigiosamente dell'alchimista

Hans Heinrich Reckeweg

Hans Heinrich Reckeweg
...Un giorno costruirò un ponte tra l'Omeopatia e l'Allopatia

Traduci la pagina

pubblicity

Anemia, carenza di ferro: terapia complementare Parte due

Nella terapia complementare dell'anemia è fondamentale come scritto nel precedente articolo
  1.   Ripristino delle riserve di ferro
  2.   Stimolo all'emopoiesi
  3.   Ripristino delle funzioni assorbenti e della mucosa intestinale
  4.    Attivazione dei meccanismi di trasporto del ferro
  5. varie ed eventuali
1 Per ripristinare le riserve di ferro bisogna introdurre Ferro, sembra facile ma, se fosse così semplice non avremmo anemie sideropeniche. Il ferro deve essere non solo introdotto ma anche assimilato , Il ferro tal quale si può ottenere facendo la mela chiodata, cioè una mela con dei chiodi di ferro piantati, vecchio rimedio delle nostre nonne, se voleste avere una via più tradizionale potreste assumere dei farmaci che abbiano ferro , i più interessanti sono quello che contengono ferro organicato cioè legato a sostanze non metalliche es. Ferro gluconato , ferro fumarato ecc.
I ferri maggiormente tollerati sono Intrafer, Sideral, oppure per aumentato fabbisogno può essere utilizzato il Ferroguna, oppure l'acqua ferrosa che è il Ferrotone
E' opportuno dire che bisogna apportare un supplemento di Rame per la ceruloplasmina una proteina epatica che svolge numerose attività biologiche; possiede innanzitutto un'attività ossidasica su diversi substrati. Per quanto riguarda il ferro, ad esempio, ossida lo ione ferroso (Fe2+) alla forma di ione ferrico (Fe3+); in questo modo permette il legame del metallo alla transferrina3+). Importante la vitamina b12 o ciano cobalamina ( Rame e Cobalto)il cui assorbimento è permesso dal ph acido e dal  fattore di castle; (che può trasportare soltanto il ferro in forma Fe) Le manifestazioni patologiche da carenza vitaminica di B12 sono le anemie megaloblastiche”caratterizzate dalla formazione di eritrociti abnormi,i cosiddetti “megaloblasti”,ossia elementi corpuscolati del sangue caratterizzati da un volume corpuscolare medio VCM attorno ai 100 fl.
Importante per ossidare il Ferro anche la vitamina C.
2. Stimolo all'emopoiesi dato dall'interleuchina 11 e dall'interleuchina 3, è opportuno fornire gli aminoacidi atti a costruire le cellule e le proteine coinvolte nel processo di trasporto del sangue e, direttamente per stimolare la formazione di emoglobina. Il migliore apporto di aminoacidi senza produzione di scorie azotate è, senza dubbio , un integratore che si chiama Son Formula; è opportuno somministrare Calcio folinato da 15 milligrammi per stimolare la replicazione cellulare.
3. Per chi segue questo blog sa bene che è fondamentale nel processo di ripristino della funzione intestinale il Colostro, ( Colostro Noni è un ottimo integratore) e dei fermenti lattici , meglio se antigen free (es. Proflora)
4. In ,merito al quarto punto ne abbiamo già discusso in precedenza, cioè utile Vitamina C, Rame , Cobalto, Vit b 12
5. Molto utile la somministrazione di Ventriculus suis, nelle forme di anemie megaloblastiche per l'attivazione della vit. B12.
Ricapitolando:
Anemia Sideropenica : Intrafer (ferroguna), Oligoheel Rame Cobalto, Son formula, Acido folico 15 mg
Aumentato fabbisogno di Ferro (gravidanza, accrescimento, ciclo mestruale): Ferroguna, (Son formula)
Anemia megaloblastica: Ventriculus suis injeel, Vit B12, Acido folico 15 mg
Diminuita produzione globuli rossi: Son formula, Ferroguna ( Intrafer), Interleuchina 11 4 ch, Interleuchina 3  4 Ch, Medulla ossis suis injeel.
Diminuito assorbimento del ferro: Ferroguna, Colostro noni, Proflora.
Tutte le terapie, discusse con il proprio medico curante, hanno necessità di essere protratte per tre mesi in modo di ripristinare le riserve di Ferro.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità il giardino dei libri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...